top
Podere Pignatelli Vai al sito della Regione Piemonte [link a sito esteno] Vai al sito della Provincia di Torino [link a sito esterno] Vai al sito del Comune di Vigone [link a sito esterno] Vai al sito del Comune di Villafranca Piemonte [link a sito esterno]
HOME IL PODERE LA DIDATTICA LA SPERIMENTAZIONE LE PUBBLICAZIONI GALLERIA FOTO CONTATTI

Attività

Oggi l’Istituto Podere Pignatelli è un centro di riferimento per la cerealicoltura e, in modo particolare, per la maiscoltura del Piemonte grazie alle seguenti attività:

  • collaborazione con l’Università di Agraria di Torino, con la Dekalb e con la Syngenta per  PROVE DI TRATTAMENTO PIRALIDE: si valutano le diverse tipologie di trattamento per verificare l’efficacia dello stesso in base al prodotto e all’epoca di interveto. Contemporaneamente, viene eseguito il monitoraggio della presenza della piralide catturando gli adulti mediante l’uso di  trappole a feromone e/o luminose, e rilievi sulle piante per verificare la presenza di ovature e larve. Al momento della raccolta viene valutata la sanità della pianta, la sanità della granella  e la produttività delle parcelle;
  • collaborazione con l’Università di Agraria di Piacenza e il gruppo Monsanto per verificare la degradabilità di diserbi e contenuto nitrati in falda, valutando l’impatto ambientale dell’erbicida, con il monitoraggio delle acque della prima falda freatica e  relative analisi;
  • collaborazione con l’Università di Agraria di Piacenza per il rilievo dei parametri ambientali, in particolare temperatura, piovosità e  livello della prima falda freatica.
  • Collaborazione con il SERVIZIO AGRICOLTURA DELLA PROVINCIA DI TORINO  e L’Università di AGRARIA DI TORINO con la valutazione della popolazione diabrotica e del relativo controllo con trtattamenti alla semina e alla sarchio rincalzatura
  • collaborazione con la ditta PIONEER  che ha portato alla realizzazione del campo NAST classe 500-600, per la valutazione produttiva dei medesimi ibridi;
  • collaborazione con alcuni confronti varietali con KWS e Syngenta
  • collaborazione con la ditta DEKALB del gruppo “Monsanto Italia” di cui rappresenta l’azienda di riferimento dell’Italia Nord Ovest rivestendo il ruolo di “CONCEPT FARM “ (in tutta l’Italia Centro Settentrionale ci sono solamente otto aziende di riferimento distribuite in aree con esigenze diverse). Nell’Istituto vengono valutate:
    1. valutazione produttiva, tenendo conto della quantità e qualità del prodotto, e la sanità delle piante delle varietà di mais delle classi di maturità 300-400 e 500-600;
    2. valutazione dell’incidenza dell’DENSITA’ DI SEMINA sulla produttività dei mais nelle varie classi produttive  (in particolare si è valutata la densità su ibridi di classe di maturazione precoce);
    3. la tecnologia applicata al seme con l’uso di micorrize CCS Aostae la valutazione produttiva, di investimento piante e sanità delle stesse;
    4. monitoraggio sul livello di  presenza degli elateridi (larve ed adulti) per verificare la correlazione fra danno alla coltura e presenza nelle trappole di individui catturati, la prova è seguita in collaborazione con l’Unicìversità di Torino progetto APENET;
    5. prove di diserbo con valutazione del livello di infestazione ed efficacia dei principali prodotti commerciali;
    6. PROVE  di concimazione per verificare  l‘incidenza dei costi, l’efficacia di nuovi prodotti a lenta cessione dell’azoto, la riduzione delle dosi di azoto con l’utilizzo di seme micorizzato (per essere in linea con la nuova direttiva nitrati, non ancora in vigore sul nostro territorio comunale), e, non ultimo, la valutazione della sanità della pianta in base alla concimazione effettuata soprattutto rispetto all’uso del potassio come limitatore dello sviluppo di malattie fungine, una delle cause della presenza di micotossine sul prodotto finale (le prove sono effettuate in collaborazione col gruppo Monsanto e coi principali gruppi produttori di concime come la Timac AGRO e la K+S Nitrogen (COMPO);
    7. in tutte le prove si cerca sempre di valutare  l’efficienza economica per valutare il reddito alla fine dell’intervento
    8. Progetto acqua “Una risorsa da utilizzare meglio, con il monitoraggio dell’assorbimento dell’acqua da parte della coltura e individuazione del punto di stress.
  • collaborazione con la CGS Sementi con le prove di coltivazione di frumento duro e tenero nel nostro areale;
Durante negli ultimi anni viene data  la possibilità a tutti i cittadini, e in particolare a chi opera nel settore dell’agricoltura, di visitare i campi dimostrativi, di avere le informazioni in merito a tutte le prove effettuate ed eventuali altri consigli tecnici. Durante il decorso dell’anno si sono avuti più di seicento visitatori giunti da tutto il Piemonte; fra questi ci sono stati molti tecnici del settore (tecnici CATA, consulenti dei Consorzi Agrari, commercianti) che sono giunti anche da altre regioni  d’Italia e alcuni anche da altri Stati (Francia, Grecia, Stati Uniti, Ucraina).
 
Nel settore della pioppicoltura dal 1996 al 2008 si effettua la collaborazione con i Vivai Alasia di Cavallermaggiore per la prova di alcuni nuovi cloni di pioppo a confronto con il 214 nato in questa azienda.
Dal 2010 inizia la collaborazione con i Vivai ALLASIA con la sperimentazione di  essenze forestali per la produzione di biomasse.
 
In altri  settori
Prove di coltivazione di Colza e Soia di secondo raccolto per verificare la possibilità di inserire la rotazione  in un contesto maidicolo.
  
L’Amministrazione dell’Ente e effetuata direttamente dal C.da costituito da un presidente con nomina regionale e quattro amministratori con nomina dei comuni di Villafranca e Vigone. L’amministrazione ha incarico quadriennale e si avvale di personale per la conduzione dell’azienda e delle attività collaterali svolte.



Istituto Podere Pignatelli
Frazione Madonna Orti, 49
10068 Villafranca Piemonte - TO -
P.Iva e C.F 00562650010
tel./fax (+39) 011.9807021
Email: info@poderepignatelli.it
Home
News
Mappa sito
Area riservata
bottom